Seduta al massimo per il dollaro

Il Dollaro riesce a salire al suo massimo degli ultimi dodici anni contro le principali valute concorrenti a causa del continuo Selloff del greggio che continua a rinforzare le paure sulla crescita globale e l’inflazione.

L’Euro si avvicina in maniera inesorabile al minimo storico degli ultimi nove anni ed il tasso di cambio EUR/USD scende dello 0,47% a quota 1,2482.

I prezzi al consuno hanno fatto segnare una discesa, cosa che non succedeva dal lontano 2009, questo non ha fatto altro che alimentare le aspettative che la Banca Centrale Europea possa mettere in campo manovre di allentamento monetario a breve termine.

Il Dollaro e l’indice americano camminano a braccetto e sfruttando il calo della nostra moneta unica riescono a guadagnare terreno contro le altre sei valute principali, il tasso di cambio GBP/USD si assesta a quota 1,6493, i tassi di inflazione britannica continuano a scendere anche se in maniera lenta e comunque sempre in salita su base annua.

Il Cross USD/CHF sale dello 0,68% a quota 1,3897, quello AUD/USD resta stabile a quota 0,9338, NZD/USD scende di mezzo punto percentuale a 0’9855 ed infine il cross USD/CAD si trova a quota 1,2983.

Otitma notizia per studiare una strategia vincente per opzioni binarie